Commercialisti a Roma: come sceglierlo e come trovarlo

Nella nostra Capitale vivono quasi tre milioni di persone e sono presenti centinaia di migliaia di attività di vario tipo: ognuna di queste persone ed ognuna di queste attività ha delle precise esigenze e dei precisi obblighi sotto diversi aspetti, tra cui quello fiscale e quello burocratico. Quella del commercialista diventa quindi una figura di riferimento importantissima: ma come si fa a scegliere lo studio migliore? Per capire quali sono i commercialisti a Roma che rispondono alle nostre esigenze è necessario considerare diverse variabili: scopriamo quali sono.

Come scegliere il giusto consulente nella Capitale

Nel corso degli ultimi anni il numero dei soggetti attivi nel settore della consulenza delle imprese (e non solo) è notevolmente aumentato. Una prima “scrematura” si può fare individuando quelli che sono i veri commercialisti che lavorano a Roma, ovvero quei soggetti che risultano realmente iscritti all’Albo: si tratta di una verifica molto semplice da fare, infatti basta andare sul sito ufficiale del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili (raggiungibile all’indirizzo commercialisti.it), entrare nella sezione iscritti ed effettuare una ricerca.

È sempre meglio avere la certezza di affidarsi a soggetti che abbiano i giusti titoli e le giuste competenze. Il commercialista, per diventare tale, ha seguito un lungo percorso formativo con studio, praticantato, ed esame di abilitazione: questo percorso garantisce una preparazione tecnica di altissimo livello, fondamentale per svolgere questo mestiere, ma che da sola non è sufficiente. Il mondo sta cambiando molto rapidamente e la figura del consulente non solo deve essere sempre aggiornato sulle continue novità, ma deve anche specializzarsi su un determinato campo.

Specificità ed esperienza, infatti, sono i fattori più importanti di cui deve tenere conto una persona o un’impresa che deve scegliere uno tra i tanti commercialisti a Roma. Per riuscire a trovare il giusto professionista è necessario capire bene di cosa si ha bisogno: nessun consulente, per quanto bravo e preparato, può essere esperto in tutti i vari campi. Tra diritto tributario, diritto commerciale, diritto societario, diritto fallimentare, revisione dei conti e così via, è impossibile avere una preparazione specifica i tutti i campi. Quindi non sarebbe una cattiva idea affidarsi a diversi consulenti, uno per ogni ambito specifico, oppure rivolgersi ad uno studio al cui interno sono presenti diversi professionisti ad alto livello di specificità.

Il rapporto tra commercialista e cliente

Tra commercialista e cliente deve crearsi un rapporto si assoluta fiducia: per questo sarebbe opportuno richiedere sempre un colloquio preliminare prima di formalizzare un accordo. Questo non vuol dire che la scelta del commercialista debba basarsi sul primo impatto: ricordiamoci che siamo arrivati a questo punto dopo aver fatto già una selezione! Durante il colloquio il commercialista deve dimostrare di poter essere il professionista giusto per le esigenze specifiche del cliente e deve essere bravo a mostrare le sue competenze utilizzando un linguaggio che sia comprensibile anche a chi non ha dimestichezza con i tanti termini tecnici che gli addetti ai lavori sono soliti usare.

La vicinanza geografica dello studio alla propria abitazione o alla propria attività può essere un elemento importante, anche se non fondamentale. Di sicuro avere lo studio vicino può portare diversi vantaggi, a partire dal risparmio di tempo ogni volta che ci si deve recare, ma con gli strumenti che si hanno a disposizione oggi non è da escludere a priori l’opzione di scegliere dei commercialisti che lavorano in un’altra zona di Roma. Decisamente più importanti per la scelta finale risultano essere la chiarezza e la trasparenza del professionista ed il suo onorario. Prima di affidare l’incarico si deve richiedere un preventivo scritto, che deve essere il più dettagliato possibile per evitare spiacevoli sorprese. Al termine di questo lungo processo di scelta si potrà firmare la lettera di incarico professionale, su cui devono essere riportati in modo esplicito i diritti ed i doveri delle parti, oltre che la responsabilità e l’assicurazione professionale del commercialista.

Come trovare i migliori commercialisti a Roma

Il passaparola rimane uno dei migliori strumenti per individuare i migliori professionisti a Roma, ma oggi per fare ricerche di questo tipo si utilizza soprattutto il web. Esistono tantissimi siti che permettono di fare ricerche e scoprire i contatti e le competenze dei consulenti presenti in una determinata zona, ma ci sono anche i portali che, grazie alle recensioni degli utenti, consentono di sapere quali sono i commercialisti a Roma con cui la clientela si è trovata meglio. Proprio basandoci sulle opinioni dell’utenza si può creare un elenco dei migliori commercialisti a Roma:

  • Studio D.G. Consulting, piazza Pietro Merolli 2;
  • Studio Del Fiume, via Appia Nuova 96;
  • Studio Barozzino, via Jacopone da Todi 49;
  • Studio Commercialista Miconi, via Arrigo Davila 40;
  • Studio Di Paolantonio, via Livorno 66;
  • Studio Fiori, via Belsiana 71;
  • Studio commercialista Giorgia Marella, via Gregorio XI 127;
  • Studio Lanzi Paolo & Polio Simona, via Andrea Millevoi 81;
  • Commercialista CAF Studio La Starza, via di Torrevecchia 152 D;
  • Studio Tributario Zinni, via Oreste Tommasii 31.