Investigatore Privato a Milano

L’investigatore privato è uno specialista delle informazioni e delle prove, si occupa di trovarle per un committente, anche quando non sono evidenti o sono coscientemente nascoste, cercando la verità. Al di là della figura del detective privato che talvolta può essere presentata dalla narrativa di genere, la realtà di chi svolge questa attività per professione e con serietà prevede una serie di competenze, anche specifiche.

A chi può essere utile un investigatore privato?

Le persone possono rivolgersi a un investigatore privato per risolvere questioni personali ma anche legali e finanziarie. Se ne potrebbe aver bisogno se si vuole addebitare la separazione e chiedere l’assegno di mantenimento a un coniuge che ha tradito la persona che ha sposato, se si vuole modificare l’assegno, se si deve dimostrare il lavoro non dichiarato, se si vuole chiedere l’affido esclusivo di un minore o se si vuole documentare l’inaffidabilità del genitore tutore, se si desidera sapere che tipo di condotta tengono i propri figli.

Inoltre, si possono rivolgere a un investigatore privato coloro che subiscono stalking, che temono di essere spiati, che vogliono ritrovare una persona scomparsa e coloro che hanno ricevuto un’accusa relativa a un reato e vogliono dimostrare la propria innocenza. Un dramma, poi, che colpisce alcune famiglie è quello della ludopatia, che può intaccare il patrimonio familiare, oppure quando c’è il proprio caro che è vittima di raggiri. Un altro problema tipico dei tempi contemporanei è quello di subire attacchi e oltraggi per via elettronica. Questi sono diversi casi in cui l’intervento di un detective privato può essere molto utile.

Trovare un detective privato a Milano

Uno dei modi per trovare un professionista a cui sottoporre il proprio caso è quello di rivolgersi alle risorse online. Basta digitare su un motore di ricerca parole chiave come “Detective privati a Milano” o “Investigatori privati a Milano” e vedere i link che risultano dalla ricerca. È consigliabile non fermarsi al primo risultato: ci si conceda il giusto tempo per esaminare le varie realtà investigative che coprono la zona del capoluogo lombardo.

Sul sito già si possono reperire diverse informazioni. Si può capire se la realtà presa in esame ha una certa esperienza, se il personale è qualificato e se l’agenzia è autorizzata a operare dalla prefettura, che tipo di tecnologie sono usate, alla bisogna, per lo svolgimento del lavoro: GPS, microcamere e microregistratori, strumenti di bonifica… L’utilizzo di tali mezzi è naturalmente regolato dalla normativa in vigore. Si veda pure come è organizzato l’iter di accordi e di collaborazione, che può prevedere la consulenza gratuita.

Scegliere l’investigatore privato

Quando si visitano i siti delle varie agenzie, si faccia caso ai servizi offerti. Si potrebbe pure fare una ricerca su un’eventuale agenzia specializzata nel settore di interesse, per esempio, si potrebbe cercare un investigatore che tratta soprattutto casi di infedeltà. Questo presuppone una certa esperienza nel campo specifico: non è necessariamente indice di maggiore capacità ed efficienza ma è un dato utile alla valutazione. Si tenga conto che su internet è possibile pure consultare le recensioni e che magari sono disponibili pagine online che hanno già effettuato una scrematura, anche grazie ai clienti di agenzie di investigazione, e che hanno individuato quelle che potrebbero essere le migliori a operare su Milano.

È chiaro che, per chiunque, determinante è il prezzo del servizio. Bisogna, anzitutto, capire che questo cambia, dipende dalla complessità del lavoro e da quanto tempo implica, da quanti professionisti occorrono e dalle risorse, dai veicoli e dagli strumenti che l’indagine richiede. Ce ne sono diversi tipi, le investigazioni aziendali e private ma anche quelle patrimoniali, che richiedono un determinato lavoro. Per rendersi conto di quanto può venire a costare il servizio di cui si ha bisogno, si può anche approfittare dei preventivi online. Attenzione a non farsi attirare subito dal prezzo più basso in assoluto: bisogna pure fare un discorso di qualità.