Muratore a Palermo: cosa fa, competenze e costi

Trovare un muratore a Palermo oggi giorno non è affatto difficile: oltre al classico passaparola tra amici e parenti si può contare anche sui tanti strumenti che il web offre. Dando un’occhiata alle opinioni ed alle recensioni raccolte dai siti specializzati nella ricerca dei professionisti sarà possibile individuare la figura più adatta alle proprie esigenze. Prima però è necessario sapere se il lavoro che si intende far realizzare rientra nelle competenze di chi svolge questo importantissimo mestiere.

Cosa fa il muratore: i servizi più richiesti a Palermo

L’habitat naturale del muratore è il cantiere: chi svolge questo mestiere infatti si occupa della costruzione di edifici delle più svariate tipologie. Ma non è tutto: è una figura fondamentale anche per la realizzazione di opere infrastrutturali quali ponti, gallerie e così via. È anche il professionista di riferimento quando è necessario fare degli interventi di manutenzione o di ristrutturazione all’interno o all’esterno di case ed edifici. Se per i lavori più grandi di solito ci si rivolge alle ditte edili, per gli interventi di minore entità si preferisce chiamare un lavoratore autonomo. Di solito i dipendenti delle ditte edili si specializzano in una o più mansioni, mentre chi svolge il suo lavoro in forma autonoma si dimostra più versatile. Chiaramente non è sempre vero: è una generalizzazione dovuta alle differenze tra le due forme di occupazione.

La lista dei servizi più richiesti ad un muratore a Palermo inizia con l’attività classica, ovvero la realizzazione di strutture edili. Al secondo posto figura la ristrutturazione completa delle abitazione e di altre tipologie di edificio. Il podio è completato dall’attività di demolizione, ovvero l’abbattimento di tetti e pareti. Sono molto richiesti anche il rifacimento dell’intonaco (in particolar modo per quanto riguarda le facciate), la realizzazione di controsoffitti e di pareti in cartongesso, il taglio e la posa delle piastrelle e dei rivestimenti in genere, i lavori per il restauro, la messa in sicurezza o il rifacimento di elementi interni o esterni e la ristrutturazione completa di alcuni ambienti della casa (soprattutto cucina e bagno).

Competenze e costi: come scegliere un muratore a Palermo

Per poter eseguire tutti questi lavori, il muratore deve possedere delle determinate competenze e caratteristiche fisiche e attitudinali. Non è necessario conseguire uno specifico titolo di studio, ma serve l’esperienza che solo un buon corso professionale e la pratica come apprendista possono dare. Tra le conoscenze tecniche che deve avere il muratore ci sono quelle relative alla lettura ed alla comprensione dei progetti, alle leggi della fisica (non tanto a livello teorico, quanto a livello pratico), alle caratteristiche ed all’utilizzo dei vari materiali, strumenti ed attrezzature. Bisogna poi avere una buona costituzione fisica, visto che è un mestiere che richiede sforzi importanti, e non bisogna soffrire di vertigini, dato che spesso il muratore deve lavorare in quota. Chiaramente non può fare a meno di una buona manualità.

Esperienza, capacità, affidabilità e convenienza: sono questi i parametri più importanti che devono essere presi in considerazione quando si deve ingaggiare un muratore a Palermo. La cosa migliore da fare è chiedere più di un preventivo: il professionista, prima di accettare il lavoro di solito effettua un sopralluogo per poter valutare il tempo ed i materiali che possono servire. Il conto finale è legato a diversi fattori, Innanzi tutto influisce l’esperienza e la competenza del professionista: in media si va dagli 8/12 euro all’ora richiesti da un manovale per arrivare fino 20/25 euro chiesti da un libero professionista esperto. Ad ogni modo, per poter definire il costo complessivo dell’intervento si devono considerare anche la tipologia di lavoro, la sua difficoltà, il luogo in cui deve essere effettuato, il tempo necessario per ultimarlo, i materiali e gli strumenti impiegati e così via.