Parrucchiere a Firenze: come scegliere il migliore, servizi e prezzi

Nella guida ai migliori parrucchieri d’Italia 2022 pubblicata da Top Hairstylist figurano ben undici saloni che si trovano a Firenze o dintorni. Questo fa capire quanto sia elevato il livello dei professionisti dell’hair style nella meravigliosa città toscana. Ma a chi affidare la cura della propria chioma? Cerchiamo di capire cosa si deve considerare per scegliere un parrucchiere a Firenze prima di scoprire quali sono i migliori saloni della città ed i servizi più richiesti.

Cosa considerare per scegliere un parrucchiere a Firenze

Il parrucchiere non è semplicemente quello che taglia o colora i capelli: il parrucchiere è quella figura professionale a cui si affida una parte importante di quello che è il proprio aspetto. Deve essere in grado di fornire servizi di qualità, deve saper ascoltare la propria clientela e creare acconciature che non si limitino a seguire semplicemente i trend del momento, ma che rispecchino al meglio la personalità della o del cliente. La chioma è una delle cose a cui si tiene di più: ecco perché praticamente nessuno accetterebbe di affidarne la cura a qualcuno che non si conosce. La ricerca di un nuovo parrucchiere diventa quindi un’operazione molto delicata, soprattutto in una città come Firenze, dove i saloni non mancano di certo!

Per scegliere il miglior parrucchiere a Firenze (e con migliore intendiamo quello che meglio si adatta alle proprie necessità: grazie al cielo non siamo tutti uguali) bisogna valutare diverse variabili. La più importante, ovviamente, è la competenza tecnica del parrucchiere. Per avere la certezza di scegliere un professionista altamente qualificato e preparato bisogna cercare di recuperare il maggior numero di informazioni: le più preziose sono quelle che arrivano tramite il passaparola delle amiche (o degli amici) che hanno già avuto modo di testare le capacità del parrucchiere in questione; il passaparola telematico, ovvero quello fatto dalle recensioni e dalle opinioni che si possono trovare sul web, può essere un’ottima alternativa a quello tradizionale. Non sarebbe una cattiva idea fare dei sopralluoghi, magari chiedendo delle piccole prestazioni, giusto per sondare il terreno.

Un altro aspetto fondamentale è l’atteggiamento con cui il parrucchiere si approccia con i suoi clienti ed in particolar modo con quelli nuovi. Deve essere capace di accogliere al meglio chi entra nel suo salone, ma soprattutto deve essere bravo ad ascoltare i suoi desideri, proponendo le migliori soluzioni per accontentarlo oppure suggerendo (sempre con la massima educazione) delle alternative se i desideri del cliente sono irrealizzabili o sono poco indicati per quel tipo di persona. Anche il salone stesso è una variabile di cui si deve tenere conto: deve essere accogliente, pulito, arredato con gusto, dotato di tutto quello che serve per vivere un’esperienza rilassante e confortevole. E poi i prodotti utilizzati devono essere di qualità e maneggiati da personale esperto. Ovviamente anche i prezzi dei servizi incidono sulla scelta finale: meglio evitare quei saloni in cui vengono proposte soluzioni di ogni tipo a prezzi stracciati; probabilmente se lo possono permettere perché impiegano materiali scadenti oppure perché non hanno investito adeguatamente sulla loro formazione.

La lista dei migliori saloni in città e provincia

Dopo aver visto quali sono i criteri da seguire per scegliere il proprio nuovo parrucchiere a Firenze, andiamo a vedere quali sono i saloni selezionati nella guida pubblicata da Top Hairsylits d’Italia. Nove negozi si trovano nella città di Firenze e sono:

  • Eva Parrucchieri,
  • Fabio Colucci – The House of Hair,
  • Gino De Stefano Hair Designer,
  • International Studio Firenze,
  • Lapo via Dei Fossi,
  • MF Parrucchieri,
  • P&P Style di Paolo Lupi,
  • Stefano Picchiani Parrucchieri,
  • Contrasto Aveda Lifestyle Salone & Spa.

Allargando la ricerca all’intera provincia di Firenze è possibile trovare anche i saloni Luca Bisori Hair Stylist di Campi Bisenzio e Maison Miracle di Scandicci.