Pittore a Roma: servizi più richiesti e costo

A volte sembra quasi che le case parlino con i loro proprietari: sanno far capire quando è il momento di fare qualcosa per recuperare un po’ di splendore o trovare un nuovo look. Il pittore a Roma è il punto di riferimento per chi vive nella Capitale ed ha la voglia o la necessità di assecondare questi messaggi: parliamo di professionisti esperti, in grado di consigliare il cliente nella fase di progetto e di realizzare lavori di qualità.

I servizi più richiesti dai romani ai professionisti della pittura edile

Chi pensa che il lavoro dell’imbianchino si limiti semplicemente al dare una rinfrescata alle pareti si sbaglia di grosso. L’opera di questo artigiano è fondamentale non solo per l’aspetto estetico di case ed edifici di ogni genere, ma anche per la conservazione e la manutenzione delle varie superfici. È un lavoro che prevede specifiche competenze, l’utilizzo di strumenti e materiali diversi a secondo del servizio richiesto e del risultato che si intende ottenere. Il pittore edile può svolgere il suo lavoro in diverse modalità: dipendente o collaboratore di una ditta di costruzioni (succede spesso nel caso delle ristrutturazioni), come lavoratore autonomo o come socio di un’impresa specializzata nelle opere di pittura, stuccatura e rifinitura.

I servizi che vengono più richiesti da chi cerca un pittore a Roma spaziano parecchio. Ovviamente il maggior numero di interventi riguarda la tinteggiatura degli interni, ma anche quella degli esterni; in alcuni casi l’artigiano deve ricorrere all’utilizzo di particolari materiali per proteggere le superfici da tutti quegli elementi che le possono danneggiare (erosione, muffa, umidità, ruggine, agenti atmosferici e così via). Molte richieste riguardano invece i lavori di decorazione degli interni: qui l’abilità e le competenze del pittore vengono sfruttate al massimo, visto che bisogna saper padroneggiare tutte le tecniche necessario per raggiungere il risultato voluto dal cliente. La posa della carta d parati è un altro servizio molto gettonato, così come la realizzazione di lavori in cartongesso. E poi, ovviamente, c’è il servizio di consulenza.

Come svolge il suo lavoro l’imbianchino

Quando viene chiamato per un lavoro, il pittore edile solitamente segue una tabella di marcia composta da diverse fasi. Prima di tutto effettua il sopralluogo, in modo da capire bene quali sono le esigenze del cliente, valutare le superfici da trattare e fare una stima del lavoro da effettuare; al termine di questa fase di valutazione presenta il preventivo. Prima di iniziare a lavorare sulle pareti deve preparare l’area togliendo tutti gli elementi che sono appesi, posizionando tutta l’attrezzatura necessaria e proteggendo mobili, infissi e tutto quello che non deve essere pitturato. Inizia poi il trattamento preparatorio delle pareti, che prima di essere tinteggiate devono essere pulite e livellate. In questa fase si impiegano strumenti come raschietti e spatole e materiali come lo stucco o il gesso per eliminare eventuali buchi o crepe.

Quando le pareti sono pronte viene passata una mano di fondo: è necessaria per uniformare la base, coprire il vecchio colore e dare maggiore presa alle mani successive. Si arriva finalmente alla pittura delle pareti, utilizzando le tinte più adatte e dando le passate necessarie per raggiungere il risultato desiderato dal cliente. Terminata anche questa fase, l’imbianchino deve ripristinare la zona: smonta le scale, i trabattelli e le eventuali impalcature montate in precedenza, porta via il materiale avanzato, rimuove le coperture dagli oggetti che aveva protetto e risistema sulle pareti tutti gli elementi che erano stati tolti (quadri, orologi, poster e così via).

Come si determina il costo dell’intervento di un pittore a Roma

Per scegliere un pittore a Roma bisogna considerare diversi fattori: meglio orientarsi su ditte ed artigiani di provata efficienza ed affidabilità, dotati di prodotti e strumenti professionali, in grado di offrire prezzi giusti. L’entità del conto vien stabilita in base a numerosi elementi: la complessità del lavoro (considerando anche lo stato iniziale delle pareti), il luogo in cui deve essere svolto, i tempi necessari per portarlo a termine, la tecnica da applicare, la tipologia dei materiali, le attrezzature da utilizzare, l’eventuale coinvolgimento di collaboratori. Di solito si consiglia di chiedere il preventivo a più professionisti, in modo da individuare quello che propone la migliore combinazione tra prezzo e qualità.